MIRACOLO ALLA SPES

Incredibile alla Spes….Ieri sono ripresi i lavori sul campo dopo circa due mesi di fermo….Abbiamo usato una parola forte nel titolo data l’attesa, in fin dei conti siamo un po’ tutti San Tommaso e fin che non vediamo non crediamo….Quindi usiamo il condizionale comunicando che il tutto dovrebbe finire entro la prima settimana di ottobre. Ma sì, fidiamoci, pronti per calcare il nuovo manto erboso.

Annunci

TEMPO DI TORNEI

Nel weekend le nostre squadre della fascia agonistica sono state impegnate in amichevoli e tornei. Primi banchi di prova dopo le due settimane di preparazione e buone prestazioni per i 2005 che si sono imposti al Triangolare d’la Chisola a Borgonovo. Cogliamo l’occasione per ringraziare anche l’organizzazione sempre generosa, che ha offerto in serata anche la cena a giocatori e staff. A Ripaldina di Arena Po è andato in scena un quadrangolare per la categoria allievi 2002; anche qui vittoria dei nostri ragazzi in finale contro la Libertas. Confortanti anche le amichevoli dei giovanissimi 2004 ed allievi 2003 che hanno superato i coetanei del Maleo. Calcio d’agosto o di inizio settembre non conta nulla, ma a livello di autostima sicuramente le nostre squadre ne hanno trovato giovamento…Bene così.

NEWS DA TORRIO

Pubblichiamo un resoconto della giornata di ieri dal nostro inviato Paolo Toscani, che sta seguendo da vicino il ritiro dei 2006 in quel di Torrio.

Cari lettori, mai più te lo aspetti…..
Dopo un pomeriggio da “marines” oggi la cittadina di Eboli, opss Torrio, ci accoglie al risveglio con un bel sole mattutino… La truppa e il sottoscritto sono sul chi va la’ già dalle 7 di mattina, unica eccezione Matteo Sgrullo Gabba che fa la sua apparizione alle 8.30… Dopo una buona colazione preparata con cura dal nostro padrone di casa Andrea Masera ci siamo diretti al campo per il consueto allenamento mattutino… ormai Torrio è diventato il nuovo campo della SpesBorgotrebbia, basta notare le reti delle porte giallo-blu… contraddistinguono la giornata il classico pranzo eccelso… tutti i vostri figli, care mamme, hanno mangiato pasta con le zucchine e poi riposino pomeridiano con mister Gabba….
Tornati al campo per l’allenamento, un sole e un caldo fuori stagione ci spiazzano e cuociono a dovere i ragazzi… alla fine devo purtroppo constatare che l’aria di Torrio gioca brutti scherzi…, qui mi rivolgo ancora una volta alle sante mamme, ahimè di mutande ne avrete da lavare…l’aria leggera penetra nei polmoni dei ragazzi, ma ne esce anche dal retro… qualcuno a sentire le mitragliate non ha fatto sicuramente tempo a raggiungere il bagno… chiudiamo ovviamente la giornata con la cena in ottima compagnia di Andrea Masera e della sua splendida famiglia e con la proiezione del consueto film… questa volta “se Dio vuole” a cui i ragazzi a fine proiezione ne definiscono il finale… ore 23.02 sento solo rumori di mitragliate provenire dalla camera dei ragazzi, anche nel sonno colpiscono… da buon “diseducatore” verso le due di questa notte salirò ad aprire un pochino la finestra per evitare la camera a gas…
Domani un’altra intensa giornata ci attende con l’amico Oreste che ci viene a trovare da Piacenza e pertanto altre storie avremo da raccontare… piccolo inciso, i cinghiali che di notte fanno capolino al campo scavando qualche buca hanno finalmente le ore contate, mi sono permesso di rassicurare l’amico Masera che con l’arrivo della nostra squadra allievi il Presidente Maurizio Russo ha deciso di inviare anche Luca Podestà.. qualche ora senza cibo e per i cinghiali sarà la fine…
Per questa sera è tutto, a voi tutti cari lettori e in particolare alla medaglia d’oro e quella d’argento (chi deve intendere intenderà) una serena notte…
Dal vostro fedele inviato
LINEA LATERALE

SI PARTE PER TORRIO

I 2006 sono partiti stamattina alla volta di Torrio in Val D’Aveto, ove rimarranno fino a martedì 4 settembre. Da quella data subentreranno i 2009/2010 che si fermeranno sino al 6 settembre per poi lasciare il posto agli allievi 2003 che concluderanno il ritiro domenica 9. Un’esperienza di vita tra calcio ed escursioni nella località a 1000 mt di altitudine al confine con la Liguria.