ALLIEVI ’97 DI MISTER SARTORI – PECCATO

Domenica mattina si è infranto sul campo del Gotico Garibaldina il sogno dei ragazzi di Mister Sartori. Il risultato ha premiato i più forti anche se i nostri ragazzi hanno giocato una partita gagliarda e hanno veramente tentato il tutto x tutto (come ben si sapeva la vittoria era l’unico risultato possibile per noi). Non ci dilunghiamo sul commento alla gara, preferiamo parlare di altri aspetti positivi di questa esperienza e cioè di una squadra che è cresciuta partita dopo partita, ragazzi che hanno imparato a sostenersi l’uno con l’altro, ragazzi che hanno fatto della correttezza il loro credo. Questa squadra ha sì visto infrangersi il sogno di un campionato regionale ma ha creato una solida base per affrontare da protagonisti un campionato provinciale primaverile. La folta presenza del nostro pubblico sugli spalti ospiti (compreso il nostro presidente) a sostenere la squadra nella partita decisiva è sintomo che questa squadra è stata capace di onorare la maglia e soprattutto lo spirito della società.

GRAZIE RAGAZZI – FINO ALLA FINE SPES BORGOTREBBIA

Questa volta al commento settimanale aggiungiamo come promesso per la prima volta le pagelle riferite non alla singola partita ma alle otto gare disputate (non vorremmo che Mister Iandolo ci facesse causa per sfruttamento del copyright)

dal vs. inviato

Linea Laterale

PAGELLE

Parma Stefano :   Nelle 8 gare Stefano ha mostrato un solo ma enorme difetto “E’ IN PRESTITO”. Per il resto ha dato sicurezza alla squadra, ha sfoderato grandi parate cercando di far credere al mister e ai compagni che si trattasse di semplice gestione dell’ordinario. Un baluardo quasi insormontabile: GRANDE MURAGLIA Voto 8

Dolghii Adrian: Come in una famosa pubblicità potremmo sintetizzare il carattere del capitano con la seguente frase: SILENZIO PARLA ADRIAN. Lotta, corre, contrasta, difende, riparte, tutto in rigoroso silenzio. Se non fosse perché sugli spalti non si sente parlare milanese verrebbe da pensare che il mitico capitano Javier Zanetti giochi per noi: CAPITANO MIO CAPITANO Voto 7 e un quarto

Casati Alessandro: Una volta l’avrebbero definito il classico “TERZINACCIO”. Piedi non proprio finissimi, massacra a fin di bene ad ogni partita l’avversario di turno che capita nella sua fascia d’azione, l’uomo ideale per il ROMEO BENETTI di famosa memoria. Alessandro mi raccomando ricorda però che il Signore ti ha donato due gambe e due piedi e non solo la gamba sinistra e il piede sinistro: EXTRAPARLAMENTARE DI SINISTRO Voto 6 e un quarto

Lambri Alessandro: Obiettivo DE ROSSI – Alessandro ha cercato di reinventarsi un ruolo stile CAPITAN CORAGGIO al centro del campo. Atleticamente preparato, a volte la foga rischia di penalizzarlo. Come per l’extraparlamentare di SINISTRO anche lui si dedica con passione a chi capita nella sua zona. Polmoni d’acciaio lo abbiamo visto anche galoppare in una serie di recuperi prodigiosi. Ale mi raccomando fatti pure crescere la barba per assomigliare a DE ROSSI ma lascia stare i tatuaggi. ERO UN CENTRALE Voto 6 e tre quarti

Rozza Riccardo & Maserati Nicola : Per gli sportivi più appassionati esistevano una volta i “gemelli del gol”, al Puppo vedi giocare i “GEMELLI CENTRALI”. Guidano e incoraggiano non solo i compagni di difesa ma tutti indistintamente nei momenti delicati e difficili delle partite, mantengono esemplare concentrazione per tutti gli 80 minuti. BRONZI DI RIACE Non Valutabili (altro pianeta)

Auderi Gilberto: Trottolino di fascia, ha aumentato il suo contributo alla squadra con l’andare del tempo. Partito in sordina si è via via inserito nel gruppo con modestia e umiltà. Se come si dice il buon giorno si vede dal mattino Gibo crescerà ancora nel campionato primaverile. TROTTOLA (è + SERIO) Voto 6 e un quarto

Bongiorni Nicholas: Nicholas è cresciuto enormemente da quando giovanissimo pativa la differenza di età con gli altri coetanei (Nicholas è un 97 quasi 98). Oggi corre, si impegna, contrasta e soprattutto colpisce di testa senza paura di scompigliare la criniera. Deve migliorare in fase di impostazione ma mister Sartori saprà raggiungere anche questo obiettivo. LEONE (e non solo per la criniera) Voto 6 e un quarto

Toscani Andzej : Vorremmo vederlo giocare più spesso come a Borgonovo e in quest’ultima gara contro il Gotico, dove corre, fa’ a sportellate, non molla mai la presa, sembra che il numero 9 sulle spalle sia un po’ per lui come gli spinaci per Braccio di Ferro. Non si capisce perché si ostini ad ispirarsi a Neymar anziché a TATANKA HUBNER. Peccato che troppo spesso si identifichi anche in Superman ma incontri sempre sulla sua strada la criptonite che lo indebolisce e lo rende apatico. Quando è TATANKA Voto 6 e tre quarti  Quando è  SUPERMAN Voto 5

Gazzola Paolo : Ha talento e ci crede, all’inizio della stagione forse anche troppo. Con il passare del tempo impara a lavorare più per la squadra e meno per sé stesso. Lui riesce ad impostare l’azione e a finalizzarla. Credendo nei suoi mezzi dimentica in quest’ultima gara la cabala e rifiuta sdegnosamente il sapiente massaggio pre-partita PECCATO. SUPERSTIZIOSO Voto 7 e mezzo

Osalchuk Nicolay : Il motorino della squadra. Un 125cc di cilindrata su una carrozzeria da cinquantino (citazione per gli appassionati). Corre e si batte come un leone quando chiamato in causa dal mister. Nonostante la mole di gioco, mantiene quasi sempre lucidità e visione di gioco. Parla poco e pensa a giocare.  L’ULTIMO DEI MOICANI (il cognome mi ricorda il protagonista del noto film) Voto 6 e tre quarti

Arvedi Giorgio: Che dire di Giorgio? Nessuno della squadra avrebbe voluto essere nei suoi panni per tanti motivi: a)gioca in porta  b)si confronta con la GRANDE MURAGLIA  c)il mister lo chiama sempre in causa quando ormai ci possono essere solo svantaggi e pochi vantaggi EPPURE Giorgio è tranquillo, gioca con impegno e quando è chiamato in causa svolge bene il suo compito, aiutato dai BRONZI di RIACE. PICCOLA MURAGLIA Voto 7 (voto esagerato mah? Avrei voluto vedere altri al suo posto!!!!!!)

Raimondi Nicola: Purtroppo abbiamo potuto vedere poco in azione RICCIOLI D’ORO, un brutto infortunio lo ha tenuto lontano dal Puppo. Il ragazzo si sta riprendendo e ha contribuito a formare la squadra. Non possiamo che dare una valutazione positiva (di incoraggiamento) e attenderlo al varco del campionato primaverile FRAGILE Voto n.g.

Provini Andrea: Ex Portiere soggetto a mutazione genetica si è trasformato in esterno. Corre, sfila, tira in porta, peccato che ricordandosi i suoi trascorsi tende troppo a graziare i numeri 1 avversari. Pare l’abbiano sentito dire più volte ai compagni, mi spiace non volevo fargli troppo male tirando forte. Ultimamente sembra un po’ in crisi di identità ma è normale per chi ha subito una mutazione. N°1 Voto 6 e un quarto

Guglielmetti Marco: Ipocondriaco per eccellenza non corre ma danza sul campo da gioco. Decisamente penalizzato in questo periodo, Marco preferisce campi ma soprattutto tempi più miti. Il ciuffo è l’elemento che lo contraddistingue soprattutto alla domenica mattina quando lo gonfia con il fon per simulare una minore sonnolenza ELVIS Voto 6 e un quarto

Chiesa Alessio: Ero indeciso se commentare la pagella di Alessio in quanto vago troppo spesso tra lo stupore e l’incazzatura. Dotato di piedi buoni e tecnica sufficiente RIGOROSAMENTE DA FERMO(si ricordano i suoi gol), in movimento ci è un po’ difficile giudicarlo (per piacere Alessio dacci la possibilità di giudicarti di corsa). Riconoscibile in campo anche a distanza per il colore violaceo che lo contraddistingue, il ragazzo con un po’ più di impegno potrebbe fornire alla squadra quel qualcosa in più davanti. TORO SEDUTO Voto 6

Fall Moudou Il classico giocatore da plasmare. Il nero con modo di giocare da bianco (per intenderci alla Toro Seduto). Non dispero che Mister Sartori riuscirà a compiere il percorso inverso, trasformare un finto bianco in un vero calciatore di colore, tutto corsa e pressapochismo. MICHAEL JACKSON Voto 6

Vasilev Dani Dani è la soluzione ed è il problema, è l’alfa e l’omega, la a e la z, insomma è il tutto o niente. E’ il giocatore che può far fare il salto di qualità alla squadra o rimanere l’eterna promessa, ad oggi l’orgoglio non glielo ha ancora consentito, ma il mister e la squadra lo stanno aspettando. Tutto dipende da lui, un famoso intervistatore televisivo era abituato a formulare questa frase “SI FACCIA UNA DOMANDA E SI DIA UNA RISPOSTA”, bene Dani per aiutarti la domanda la faccio io “VUOI VINCERE CON NOI ?” la risposta però la devi dare tu al Mister e ai tuoi compagni. ETERNA PROMESSA Voto per quello che può dare 8 Voto per quello che ha dato 5

 Fynn Albert: Valutazione non pervenuta x mancanza di documenti. X adesso ECTOPLASMA Voto n.g.

Mister Francesco Sartori L’uomo più competitivo che al Puppo si sia mai visto, somatizza la partita e come tutti i Mister di successo ha i suoi gesti scaramantici che ripete prima di ogni gara (vi siete mai chiesti perché esce dagli spogliatoi sempre per ultimo ?). Gestisce lo spogliatoio come un buon padre di famiglia (in quanto a figli ne sa qualcosa), bastone e carota sono il suo motto oltre al ormai famoso “FINO ALLA FINE”. Vero trascinatore e motivatore di questa squadra molto particolare, ha saputo conciliare gioco, risultati e patto educativo, e siamo sicuri che nel campionato primaverile riuscirà a far esprimere al meglio tutti i ragazzi a sua disposizione. SAI BABA Voto 8

Vice Mister Sergio Muniz : Per camuffare la reale identità si è presentato alla squadra con un nome abbastanza anonimo e poco altisonante ANDREA GASPARINI ex giocatore, ma la competizione nel sangue stile isola dei famosi lo ha tradito quasi immediatamente. Valida spalla del ben più noto CISCO riesce a riscuotere successo soprattutto con i ragazzi meno dotati tecnicamente della squadra. (In fin dei conti se il GASP è arrivato a giocare in prima squadra perchè non ce la dovrei fare io ? si domandano i più). In realtà nello spogliatoio distribuisce i compiti pre-partita, come i migliori secondi istruisce chi entra dalla panchina con l’apposita lavagnetta e conta e depone le maglie, i calzoncini e i calzettoni puzzolenti come il miglior magazziniere. Cosa si può volere di più? TUTTOFARE Voto 7 e mezzo

Dirigente Maurizio Casati : Vuoi conoscere una statistica ? Vuoi conoscere una classifica ? Vuoi conoscere un risultato ? Vuoi conoscere le caratteristiche tecniche di un avversario ? Vuoi automatizzare una distinta ? Vuoi conoscere una previsione ? Chiedi a Maurizio telefonicamente dalle 18 alle 20 escluso i festivi oppure nel pre-durante-dopo partita il sabato o la domenica mattina. Si entusiasma forse più dei ragazzi durante i singolar tenzone e mantiene un comportamento sempre corretto e sereno, DA IMITARE. ISTITUTO PIEPOLI V

Annunci

Notizie dalla porta: "Reazione e differenziazione"

Per il mese di Novembre propongo di affrontare due tra le più importanti capacità coordinative per un giovane portiere (e non solo) di calcio: la reazione motoria e la differenziazione motoria.
Un caro saluto a tutti gli spesborgotrebbiensi !

Massimo Marandolani Continua a leggere “Notizie dalla porta: "Reazione e differenziazione"”

Il recupero contro il Pro Piacenza

In una giornata in cui quasi tutti i campionati osservavano un turno di riposo, i pulcini  2005 hanno recuperato la partita, a suo tempo non disputata, della prima giornata di campionato.

La partita non è stata delle più belle, la difficoltà di far giocare 15 bambini cercando di accontentare tutti ha sicuramente inciso sull’andamento e la fluidità del gioco, ma al termine un 2 a 2 finale ha accontentanto entrambe le squdre che poi si sono divertite ulteriormente nell’extra time del quarto tempo.

2 a 0 per il Pro Piacenza nel primo tempo, risultato bugiardo per espressione di gioco, con i gialloblu in attacco e gli avversari a segno nelle uniche due occasioni con tiri da fuori area

1 a 1 nel secondo tempo con Saqui Hamza a segno all’inizio della ripresa e poi allo scadere il gol del pareggio del Pro dopo una carambola in area di rigore.

2 a 1 nel terzo tempo per il Borgotrebbia team con una doppietta dell’implacabile Mitrik Iakim

Adesso inizia la lunga pausa invernale, ma vedremo di restare in attività con tornei e amichevoli.

2005 (4) 2005 (2)

2005 (1)

 

Pulcini 2004 …….schiacciasassi !

Il pareggio di Sabato contro il fortissimo San Lazzaro va stretto allo Spesborgotrebbia; i gialloblu hanno sfoderato forse la miglior prestazione del girone d’andata; i piccoli atleti hanno deliziato i numerosi spettatori presenti al “Puppo”, mostrando un gioco di squadra che rasentava la perfezione e creando innumerevoli occasioni da rete grazie alla coralità maturata nel corso degli allenamenti settimanali.

Una grande prova di forza da parte dei pulcini 2004, sottolineata dal lungo applauso del pubblico che li ha accompagnati, a fine partita, dal campo agli spogliatoi.

Tommaso di Paola tra i pali ha effettuato parate incredibili, addirittura sfidando le naturali leggi della fisica; un talento che tutte le squadre di Piacenza ci invidiano, ma l’erede del grande Gigi Buffon ha giurato eterna fedeltà alla Spesborgotrebbia.

E’ rientrato, dopo l’assenza della scorsa settimana, Pietro Buraschi; sonnecchia e risparmia le proprie energie nel secondo tempo, ma nel terzo tempo diventa padrone del centrocampo, mostrando tutte le sue doti atletiche, tecniche e tattiche;

Effraym  Kely, l’altro pilastro del centrocampo gialloblu, offre l’ennesima prestazione maiuscola, domina il centrocampo, detta i ritmi di gioco della squadra, sforna assist ai compagni, attacca e difende  alla massima intensità, sigla una rete nel primo tempo confermando un grande senso del gol; un giocatore universale, molti si chiedono come mai non sia stato inserito nella lista del pallone d’oro 2013.

Gli attaccanti Alonso Ariza e Lorenzo Perassoni confermano il loro grandissimo momento di forma siglando gli altri 2 gol della spesborgotrebbia, una continuità impressionante.

Lorenzo Dadati e Fernando Ramirez, due muri difensivi imperforabili, due colossi insuperabili, gli avversari sembravano spaventati da due difensori che non hanno commesso errori e che hanno fermato, o meglio annichilito, puntualmente tutti gli attacchi avversari, mostrando nello stesso tempo doti tecniche e di impostazione superlative.

Ormai la voce si è sparsa in tutta Piacenza, i pulcini 2004 sono diventati uno schiacciasassi, ed ogni squadra nel momento in cui scenderà in campo e si troverà davanti a questa macchina perfetta, una sola frase le apparirà: “ LASCIATE OGNI SPERANZA VOI CHE ENTRATE”

306

Semaforo rosso: alla Spes non si passa !!!

Pulcini 2003
SPES – SAN LAZZARO  2 a 1 (parziali 1-0, 1-2, 1-0)
Partita avvincente tra due squadre ordinate in campo con la giusta carica agonistica. La Spes ha giocato meglio nel primo e nel terzo tempo, mentre nel secondo tempo ha subito il pressing della squadra bianconera. risultato giusto maturato nel terzo tempo durante il quale i ragazzi del Mr. Pattarini sono riusciti a trovare la rete della vittoria fortemente volutaDopo la sfida la festa !!! Buona merenda foto di gruppo per definire la tattica.... azioni di gioco

Buono solo il risultato!

1380217_352014448276815_602246446_nUna squadra inutilmente nervosa e pasticciona, ha la meglio sulla Bobbiese per 3 reti ad 1. Inizio abbastanza disinvolto della capolista che va in gol già al 10′ del primo tempo con Lazarov che risolve con un diagonale alla sinistra del portiere. A questo punto stranamente la squadra si impigrisce e la Bobbiese si rende protagonista di un ottimo primo tempo con buone trame a centrocampo e una difesa accorta che si concretizza con il pareggio di Pozzi al 22′. Il primo tempo si chiude con gli ospiti che controllano una Nuova Spes arruffona. Il secondo tempo comincia sulla falsariga del primo, ma su una delle poche azioni in profondità, Shoza ben lanciato dal centrocampo si presenta a tu per tu con il portiere, ma all’atto di calciare in porta viene clamorosamente atterrato da un difensore in disperata rimonta. L’arbitro, probabilmente impallato da qualche giocatore non vede il clamoroso rigore e la logica espulsione e lascia proseguire. Come colpiti da una scarica elettrica, la squadra reagisce nella miglior maniera: non si innervosisce, comincia a macinare gioco, e ruggisce sul collo degl’avversari. Emblematico il gol del vantaggio che arriva proprio da un difensore, l’arcigno e rabbioso Berni Marcello, che risolve una furibonda mischia dopo un batti e ribatti prima sul portiere, che effettua una bellissima parata d’istinto, e il successivo tiro che si infrange sulla traversa. Non è finita con l’istinto del predatore che sente la difficoltà dell’avversario è il bomber Shoza che batte il pur bravo portiere con l’ennesima verticalizzazione veloce e il secco tiro finale che porta a tre le reti della Nuova Spes.
Servirà la squadra della seconda parte della ripresa, sabato prossimo, per affrontare la corazzata del Gotico, una sfida stimolante e determinante, che andrà affrontata con ben altro piglio.

3 a 1 ancora Pulcini 2005

Ennesimo successo dei più piccoli giocatori della società giallo-blu.

Sul campo della Cementirossi di Ponte dell’olio si è abbattuto un vero e proprio tornado di nome MATRI per gli amici e i compagni, MITRIK YAKIM per l’anagrafe, nato nel 2005 e per l’occasione chiamato a svolgere il ruolo di prima punta. Risultato: devastante, a segno per ben 7 volte, è stato lui il terrore che correva lungo le rive del Nure e non appena trovava spazio per scaricare la potenza di tutti i suoi cavalli, inquadrava senza scampo il malcapitato portiere avversario trafiggendolo ripetutamente in tutti i modi e da tutte le posizioni.

Ottimo il gioco di squadra dei suoi compagni, capaci di gestire la partita con calma e geometrie ben congeniate che prevedevano la verticalizzazione finale verso il bomber e solo in tre occasioni, per bravura degli avversari e per sfortuna, non si concretizzava nella realizzazione.

Primo tempo sostanzialmente in equilibrio e di studio, con punteggio finale di 2 a 2.

Secondo tempo vinto solo per 4 a 3 (il risultato avrebbe potuto premiarci maggiormente)

Trzo tempo ancora favorevole ai nostri ragazzi per 3 a 1

Sabato prossimo ci aspetta il recupero della partita contro il ProPiacenza, ma alla “SPES ARENA” fino ad oggi sono state fornite prestazioni sempre ad di sopra delle aspettative…. continuerà cosi?

MITRIK YAKIM